Tramonto

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Evoluzione dei miei PS  Thumb

Suunto Stinger ThumbL'elettronica mi ha sempre appassionato.... unire l'amore per lo sport (e per la fatica) a quest'altro bellissimo interesse e' stato un passaggio obbligato.

Il primo strumento veramente tecnologico che ho avuto, pero’, non e’ stato un ricevitore satellitare bensi’ un computer da sub da polso, il PRIMO OROLOGIO/COMPUTER DA SUB DA POLSO! Era un Suunto Stinger che all’epoca costava quanto un motorino… E’ stato il mio regalo di laurea e lo conservo ancora gelosamente. E’ GPSV Thumbbellissimo, con delle linee davvero moderne anche se ormai ha quasi vent’anni. Era un oggetto all’avanguardia, molto piccolo (per essere un computer da sub), con la forma di un orologio anche se al suo interno nascondeva tutte le funzioni dei piu’ avanzati computer da sub che erano grandi almeno quattro volte! Li credo sia stato il momento in cui si e’ creato il legame indissolubile tra sport e tecnologia.
Qualche anno dopo ho acquistato il mio primo ricevitore GPS: un Gramin GPS V.


Era incredibilmente lento soprattutto nel ricalcolo della rotta… sembra preistoria ma parliamo di non molti anni fa… La parte divertente era riuscire a gestire il dispositivo da un computer con a bordo il sistema operativo Linux. Inutile dire che ho investito intere nottate nell’impresa ma, alla fine, ho raggiunto l’obiettivo!
casio g shock g 9000 mudman littleMi sono sempre piaciuti anche gli orologi ed in particolare gli orologi sportivi un po “ingombranti”. Ho avuto Sector, Casio, Breil e svariati altri orologi “normali”. La svolta c’e’ stata quanto ho iniziato a correre. Ho avuto un cardiofrequenzimetro Polar, uno di quelli base, senza GPS e senza la possibilita’ di collegamento al computer. Non appena le mie corse hanno iniziato a diventare piu’ serie ed ho cominciato a fare Garmin Forerunner 310XT Thumbdegli allenamenti strutturati, ho capito che un semplice cardiofrequenzimetro non era quello che cercavo. Mi serviva un orologio con il GPS per monitorare passo e frequenza cardiaca oltre che distanza percorsa e tutta una serie di informazioni aggiuntive. Visto che per me Garmin era L’AZIENDA del GPS, ho cercato nel loro catalogo un prodotto che facesse al caso mio. Nella ricerca sistematica di tutti i dispositivi da polso che avessero tutte le funzioni che mi interessavano, mi sono imbattuto nel Garmin Forerunner 310XT. Meraviglia delle meraviglie! Un “quasi” orologio che racchiudeva in se una moltitudine di funzionalita’ non solo per la corsa ma anche per il nuoto e per la bicicletta, attivita’ che ho sempre praticato sin da bambino! Era quello il dispositivo che volevo! Ed era Garmin, esattamente come volevo io! Ero talmente orgoglioso del mio giocattolo che lo portavo al polso come fosse un orologio quasi tutto il giorno incurante degli sguardi stupiti delle persone che lo notavano gia’ a metri di distanza. Ecco, il Garmin Forerunner 310XT e’ stato il mio ingresso nel tunnel… Da li’ in avanti e’ stato un susseguirsi di emozioni ad ogni nuova uscita dei dispositivi forerunner per il triathlon. L’arrivo del Garmin Forerunner 910XT con l’altimetro barometrico, l’aspetto meno appariscente e le dimensioni meno generose del Garmin Forerunner 310XT non mi hanno lasciato alternative: lo dovevo avere.Garmin Forerunner 910XT Thumb
Potevo collegare gli orologi al computer, vedere le tracce, scaricare i dati su Garmin Connect, vedere tutte le statistiche possibili ed immaginabili e, con l’altimetro barometrico, avevo la rilevazione della quota molto piu’ precisa rispetto al solo dato GPS (funzione molto utile 920xt Thumbin montagna sia quando si corre che, soprattutto, quando si fa skialp). Ma Garmin non e’ rimasta con le mani in mano e poco dopo ha sfornato un altro gioiello della serie Forerunner: il Garmin Forerunner 920XT! Display a colori! Incredibile! Non solo ma e’ stato il mio primo orologio con le Smart Notification! Potevo leggere messaggi e avvisi direttamente sull’orologio. Inoltre potevo avviare il Live Track: l’invio istantaneo delle coordinate GPS sul sito Garmin per poter condividere con chi era a casa la mia posizione in ogni istante, funzione di sicurezza utilissima quando si corre da soli (e’ necessario essere sotto copertura della rete cellulare). Subito dopo Garmin si supera ancora e presenta il Garmin Forerunner 735XT. Piccolo, un vero orologio, un gioiellino di tecnologia con display a colori, smart notification e LETTURA DELLA FREQUENZA CARDIACA AL POLSO! Purtroppo manca l’altimetro barometrico e per me che vado molto in montagna e’ una mancanza importante tanto che appena esce il Garmin Forerunner 935, faccio immediatamente l’upgrade. “Eccolo! e’ lo strumento definitivo”, penso. Ha tutto, T-U-T-T-O! E’ piccolo, un orologio a tutti gli effetti, ha tutte le funzioni dei precedenti tra cui l’altimetro barometrico che tanto mi mancava piu’ altre ancora come il termometro, le fasce del TRI BUNDLE sono straordinarie: trasmettono metriche di corsa all’orologio (HRM-TRI) e rilevano i battiti anche sott’acqua (HRM-SWIMM e HRM-TRI)… 735xt Thumbinsomma, cos’altro mai si potra’ inventare Garmin adesso? Dopo una love story di circa due anni, ecco cosa si sono inventati: il Garmin Forerunner 945! Identico nella forma e nell’aspetto al predecessore ma con in piu’ la possibilita’ di pagare contactless tramite Garmin Pay, la possibilita’ di memorizzare circa 1.000 brani musicali MP3 e riprodurli inviandoli alle cuffie bluetooth, la possibilita’ di navigare935 Thumb su mappe cartografiche direttamente con l’orologio e un nuovo sensore da polso che oltre al battito cardiaco rileva anche la saturazione dell’ossigeno nel sangue (il pulsossimetro), il rilevamento di incidenti e la richiesta di assistenza sia manuale che automatica, monitoraggio della Body Battery! Cosa dire? Lo devo avere! Lo compero! Dovrebbe arrivare domani…:P

Comments powered by CComment